Lingua in Uzbekistan uzbeco

Che lingua si parla in Uzbekistan?

In Uzbekistan si parla uzbeco – lingua ufficiale in Uzbekistan.

Lingua ufficiale in Uzbekistan – uzbeco

In Uzbekistan la lingua ufficiale è uzbeco (uzbeko). La lingua uzbeka (nome proprio: O’zbek tili) è una lingua turca, la lingua di stato della Repubblica di Uzbekistan, una lingua regionale in otto province settentrionali (vilyats) dell’Afghanistan. Inoltre, è distribuito in Tagikistan, Kirghizistan, Kazakistan, Turkmenistan, Russia, Turchia e altri paesi. È dialettico, il che gli consente di essere attribuito a diversi sottogruppi. È la lingua madre e principale per la maggior parte degli uzbeki.

La moderna lingua letteraria uzbeka, basata sui dialetti della valle di Fergana, è caratterizzata da una mancanza di armonia vocale. Negli anni ’20 del XX secolo, furono tentativi di consolidare artificialmente l’armonia vocale nella lingua letteraria, che era conservata solo nei dialetti periferici (principalmente Khorezm).

L’influenza dell’Islam e della lingua araba è evidente in uzbeco, come pure l’influenza residua del russo dal tempo in cui l’Uzbekistan era sotto il dominio dapprima zarista e poi sovietico. La maggior parte delle parole arabe è arrivata in usbeco attraverso il persiano; l’usbeco condivide molto del proprio lessico di origine araba e persiana con lingue di popoli vicini quali il persiano, il tagico, l’urdu e la lingua hindi.

Storia della lingua in Uzbekistan – uzbeko

L’eccezionale scienziato ed etnografo Biruni (973-1048) nelle sue opere dà i nomi dei mesi turchi e delle erbe medicinali turche che furono usate dalla popolazione turca di Khorezm. Biruni nella sua opera “Monumenti delle passate generazioni”, che scrive a Khorezm intorno al 1000, dà i nomi turchi degli anni secondo il ciclo animale, che furono usati dalla popolazione turca di Khorezm: Sichkan, Od, Bars, Tushkan, Lui, Ilan, Yunt, Kui, Pichin, Tagigu , tunguz.

Il processo dell’inizio della formazione dell’ethnos, che in seguito divenne la base della nazione uzbeka, si intensificò in particolare nell’XI-XII secolo, quando l’Asia centrale fu conquistata dall’unificazione delle tribù turche guidate dalla dinastia Karakhanid.

Nel X secolo, nello stato del Karakhanid funzionava una lingua letteraria che continuava le tradizioni degli antichi testi scritti turchi.

Una nuova ondata di tribù di lingua turca si unì alla popolazione dell’Asia centrale dopo la conquista mongola del 13 ° secolo.

Timur, che unì Maverannahr e Khorasan in un unico stato, prestò particolare attenzione allo sviluppo della lingua letteraria turca. I documenti legali dello stato di Timur furono redatti in due lingue: persiano e turco.

Il rafforzamento dello status e del ruolo della lingua turca nell’era di Timur e Timuridi ha portato alla formazione della lingua letteraria uzbeka. Sono apparsi i geni della letteratura turca come Lutfi e in particolare Alisher Navoi. Soprattutto Alisher Navoi ha svolto un ruolo importante nell’ulteriore sviluppo della lingua letteraria uzbeka e anche letteratura uzbeka.

Scrittura uzbeka

Durante la sua esistenza, la lingua uzbeka in Uzbekistan ha cambiato più volte la sua base grafica ed è stata riformata più volte. Attualmente, per scrivere la lingua uzbeka usa l’alfabeto latino (il carattere ufficiale in Uzbekistan).

Fino al 1928, la lingua uzbeka utilizzava l’alfabeto arabo. Dal 1928 al 1940, in URSS si usava una scrittura basata sull’alfabeto latino. Dal 1940 al 1992, l’alfabeto cirillico fu ufficiale in tutta URSS e in Uzbekistan. Nel 1992, la lingua uzbeka in Uzbekistan è stata nuovamente tradotta in alfabeto latino (nonostante la riforma per tradurre la lingua uzbeka in caratteri latini, al momento, attualmente, l’uso parallelo dell’alfabeto cirillico e latino continua), che differisce significativamente sia dall’alfabeto del campione del 1928 che da moderni caratteri latini turchi (turco, azero, tataro di Crimea, turkmeno, ecc.)

Alfabeto latino attuale in Uzbekistan

Il 2 settembre 1993, il presidente dell’Uzbekistan I. Karimov ha firmato la legge “Sull’introduzione dell’alfabeto uzbeko basato sulla scrittura latina”. Il nuovo alfabeto in termini generali coincideva con il progetto proposto a Istanbul. L’alfabeto include i seguenti caratteri: A a, B b, C c, D d, E e, F f, G g, H h, I i, J j, K k, L l, M m, N n, O o, P p, Q q, R r, S s, T t, U u, V v, X x, Y y, Z z, Ç ç, Ğ ğ, Ɉ ɉ, Ñ ñ, Ö ö, Ş ş, ʼ.

Però, già nel maggio 1995, questo alfabeto è stato rivisto e invece è stata introdotta una versione ormai diversa. La sua principale differenza è l’assenza di lettere con segni diacritici. Al posto delle lettere Ç ç, Ş ş, Ğ ğ, Ö ö, Ñ ñ, Ɉ ɉ mettono Ch ch, Sh sh, Gʻ gʻ, Oʻ oʻ, Ng ng, J j rispettivamente.

А аB bD dЕ еF fG gH hI iJ jK k
L lМ mN nО оP pQ qR rS sТ tU u
V vX xY yZ zOʻ oʻGʻ gʻSh shCh chNg ngʼ

Oggi con lo sviluppo del turismo nel paese tanti ragazzi giovani nelle città parlano abbastanza inglese. Ma piu spesso non è abbastanza per spiegare le direzioni e altre info ai turisti stranieri.

Lascia un commento